I video del volo di StratoSpera 4

StratoSpera 4 ha volato con successo il 26 maggio 2012. Abbiamo lanciato un cluster di 3 palloni che ha raggiunto una quota di 35.834 metri nella stratosfera. Avevamo già pubblicato informazioni e foto del volo e continuiamo a documentare la missione con i video ripresi dalla fotocamera principale di bordo.

Il cluster era una configurazione sperimentale per ottenere una maggiore stabilità della gondola con il payload, che non ha però funzionato come previsto. Il volo di StratoSpera 4 è stato piuttosto movimentato. Poco dopo il lancio si è attivato per errore il beeper di segnalazione per il recupero, rimasto acceso per tutto il volo.

Dopo il taglio delle funi di connessione comandato del computer di bordo, i palloni sono rimasti collegati alla gondola con le funi attorcigliate e parzialmente integri fino all’atterraggio. Uno dei palloni è scoppiato in quota. StratoSpera 4 si è quindi mantenuto in volo per molto tempo, quasi 5 ore dal lancio all’atterraggio, scendendo lentamente.

Il consumo di batteria per il funzionamento prolungato dei sistemi di bordo, la lunga permanenza in volo, e i malfunzionamenti di alcuni sensori e componenti del computer, non hanno consentito la ripresa di video durante la discesa e l’atterraggio.

Abbiamo raccolto tutti i video di StratoSpera 4 in questa playlist sul nostro canale YouTube, in cui potete vederli in sequenza.

Evidenziamo di seguito i video di alcuni momenti significativi.

Il Lancio

Il lancio è avvenuto da Greve in Chianti (FI) all’alba del 26 maggio 2012, come mostrano le immagini suggestive.

L’ascesa

Ad alta quota

Il cluster di palloni con la gondola del payload è rimasto in volo ad alta quota per molto tempo, anche con lunghi momenti di buona stabilità.

Lo scoppio di un pallone

Dopo lo scoppio, si vede uno dei palloni cadere verso il basso ancora trattenuto dalle funi di collegamento rimaste impigliate. L’oggetto in primo piano è il sistema di taglio delle funi.

Ancora in volo

Dopo il taglio delle funi e lo scoppio di un pallone, ciò che rimaneva del cluster ha continuato a rimanere in volo scendendo lentamente.

Licenza

Paolo Amoroso

Divulgatore dell'astronomia e dello spazio appassionato di scienza e tecnologia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *